KAJAL Puro Autentico - Eyeyurvedic Fine

Una formula di bellezza dalla natura, ispirata alla tradizione ayurvedica. “Eyeyurvedic Fine” valorizza gli occhi, donandogli bellezza in maniera sicura e naturale. Il tratto ricco, scuro e senza sbavature, assicura un’applicazione ottimale e un comfort duraturo.

10,00 €
Tasse escluse
Descrizione

Il kajal “Eyeyurvedic Fine” è un puro kajal indiano, naturale, senza Parabeni e sostanze chimiche. La punta è fine per un’applicazione precisa, senza sbavature. Agevola la crescita delle ciglia e conferisce nutrimento alla pelle sensibile degli occhi. Contiene puro ghi, olio di cocco e olio di mandorle, ricco di vitamina E. Una formula di bellezza dalla natura, ispirata alla tradizione ayurvedica. “Eyeyurvedic Fine” valorizza gli occhi, donandogli bellezza in maniera sicura e naturale. Il tratto ricco, scuro e senza sbavature, assicura un’applicazione ottimale e un comfort duraturo. È tascabile e facile da usare. 

 Autentico

Naturale

Senza Parabeni

Lunga durata

Colore intenso

Senza sbavature

Contiene puro ghi & olio di cocco biologico

CON TEMPERINO E SFUMINO

.

La Storia del Kajal

👁 Kohl كحل

👉Non è una semplice matita nera come si pensa !!!

Il kajal o kohl (in arabo: كحل‎, kuḥl) è una polvere composta principalmente di galena, malachite e antimonio, usata per il trucco degli occhi, per scurire le palpebre e delineare il contorno occhi tramite un apposito bastoncino di feltro. A seconda della composizione il kajal può essere nero o grigio.

👁L'uso del kohl è principalmente diffuso in Vicino e Medio Oriente, Nordafrica, Africa subsahariana e Asia meridionale. Le prime tracce d'impiego del kohl risalgono all'età del bronzo (a partire dal XXXVI secolo a.C.), quando veniva utilizzato come protezione dalle infezioni dell'occhio. Scurire le palpebre, inoltre, impediva di essere abbagliati dal sole. Inoltre, le madri usavano il kohl per abbellire gli occhi dei propri figli nei momenti immediatamente successivi alla nascita: in alcuni casi questa prassi avveniva per "rafforzare gli occhi del bambino", in altri perché era diffusa la credenza che il kohl allontanasse dal bambino lo sguardo dell'"occhio del male" (il malocchio).

👁Le civiltà che più hanno esaltato il potere estetico del kajal sono Gli Egizi e in un secondo momento gli indiani: con la malachite e un rossetto ricavato dall'olio di ocra, il kohl era il cosmetico più massicciamente utilizzato.

4922

Disclaimer

I Titoli, I Contenuti e Le Immagini riportati qui sono puramente indicativi e non si riferiscono a patologie, non vantano d’azioni curative di esse, non trattano l’integralità dei diversi sintomi, farmaci e trattamenti appropriati alle patologie ai diversi disturbi che vi riguardano. Contenuti a Solo scopo informativo con l'obiettivo di aiutare gli utenti a fare scelte consapevoli dopo aver chiesto il parere del proprio medico. In nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con i propri professionisti della salute di riferimento